Psiconline ADV

Dott. Alessandro Fortunato
Arianna Ciamarone

Psiconline®
Settore Advertising
Tel. 085 817699 int.44

Contatto Skype
Il mio stato

Lunedì / Venerdì
ore 10.00 - 18.00

Chiama per qualunque
esigenza di tipo pubblicitario!
Siamo a tua disposizione
per consigliarti ed aiutarti!

Negli orari in cui non siamo presenti in sede, inviaci una email a:

Psiconlineadvmini

Ti risponderemo al più presto!

 

Psicologo? Psicoterapeuta?

Il tuo nome non può mancare.

Non puoi non farti conoscere da chi ha bisogno della tua professionalità.

Scopri le proposte che ti abbiamo riservato

Home Area Pubblica GLI UOMINI RICORDANO MEGLIO LE ESPERIENZE NEGATIVE

pubblicità

GLI UOMINI RICORDANO MEGLIO LE ESPERIENZE NEGATIVE

uomo_disperazione_web--400x300
Londra, 1 feb. - Contrariamente a quanto si possa pensare, gli uomini hanno piu' probabilita' di conservare con precisione il ricordo di una esperienza spiacevole mentre le donne ricordano meno e con minore accuratezza gli eventi emotivamente fastidiosi.
Almeno questo e' quanto emerso da una ricerca condotta dagli studiosi dell'Universita' di Montreal al Louis-H Lafontaine Hospital.

 

''Pochissimi studi hanno osservato come reagiamo ad un'esperienza e come la troviamo attrattiva o repulsiva'', ha affermato Marc Lavoie del Dipartimento di Psichiatria dell'Universita' e autore dell'indagine basata sulla registrazione delle reazioni uomo/donna alla visione di immagini.

''Abbiamo scoperto - ha spiegato Lavoie - innanzitutto che le donne hanno una memoria piu' chiara delle esperienze attraenti e positive rispetto agli uomini''. Ai partecipanti al test sonodolore1
state mostrate immagini sullo schermo di un computer schedate in quattro categorie: 'bassa valenza e bassa eccitazione', come scene di bambini che piangono, 'bassa valenza e ad alta eccitazione', per esempio foto di guerra, 'alta valenza e bassa eccitazione', che comprendeva foto di gattini e, infine, foto erotiche per la categoria 'alta valenza e alta eccitazione'. In un secondo passaggio, e' stato mostrato un altro gruppo di foto che mescolava le stesse immagini del primo turno ad altre nuove.

I partecipanti hanno dovuto spingere alcuni pulsanti per indicare se si trattava di foto gia' viste o nuove, mentre i ricercatori hanno misurato velocita' e precisione delle risposte e l'attivita' dei neuroni. Dai dati raccolti, i ricercatori hanno valutato i fattori che hanno piu' influenza. ''E' interessante notare che le scansioni hanno rivelato una maggiore attivita' dell'emisfero destro del cervello femminile per il riconoscimento delle immagini piacevoli, l'opposto di quanto rilevato negli uomini'', ha precisato Lavoie.

''I nostri risultati dimostrano la complessita' della memoria emotiva in relazione alle differenze di genere e sottolineano l'importanza del rapporto tra valenza ed eccitazione nella conservazione precisa del ricordo'', ha aggiunto. Lo studio e' stato pubblicato online su International Journal of Psychophysiology .

Tratto da Psiconline.it



Pubblicità

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Maggiori informazioni