Psiconline ADV

Dott. Alessandro Fortunato
Arianna Ciamarone

Psiconline®
Settore Advertising
Tel. 085 817699 int.44

Contatto Skype
Il mio stato

Lunedì / Venerdì
ore 10.00 - 18.00

Chiama per qualunque
esigenza di tipo pubblicitario!
Siamo a tua disposizione
per consigliarti ed aiutarti!

Negli orari in cui non siamo presenti in sede, inviaci una email a:

Psiconlineadvmini

Ti risponderemo al più presto!

 

Psicologo? Psicoterapeuta?

Il tuo nome non può mancare.

Non puoi non farti conoscere da chi ha bisogno della tua professionalità.

Scopri le proposte che ti abbiamo riservato

Home Area Pubblica L'inquinamento espone al rischio di ictus e al declino cognitivo

pubblicità

L'inquinamento espone al rischio di ictus e al declino cognitivo
inquinamento-citta
L'esposizione cronica all'inquinamento atmosferico può accelerare il declino cognitivo nelle donne anziane e può aumentare il rischio di avere un ictus.

Lo testimoniano due recenti studi.

Il primo studio è stato fatto dai ricercatori del Rush University Medical Center, che hanno analizzato una serie di test cognitivi somministrati a quasi 20.000 donne, per lo più 70enni, da cui è emerso che l'inquinamento dell'aria è legato a un più veloce tasso di declino cognitivo.

 

Un altro studio pubblicato negli Archives of Internal Medicine ha trovato un più alto rischio di ictus in coloro che erano stati più esposti all'inquinamento.

Gregory Wellenius, della Brown University in Providence, autore principale di questo studio, e i suoi colleghi hanno esaminato le cartelle cliniche di circa 1.700 pazienti che avevano avuto inquinamento
un ictus tra il 1999 e il 2008.

Il team ha scoperto che il rischio di avere un ictus era stato del 34 per cento più alto nelle 24 ore dopo l'esposizione all'inquinamento, con un aumento del rischio maggiore tra le 12 e le 14 ore di esposizione all'inquinamento.

Secondo gli studiosi, i vasi sanguigni si dilatano e si restringono in base all'ambiente esterno per mantenere la pressione sanguigna costante.

Ciò potrebbe influenzare la capacità del corpo di regolare la pressione sanguigna, cosa che, a sua volta, può provocare un ictus nelle persone che sono già a rischio.

Tratto da Psiconline.it



Pubblicità

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Maggiori informazioni