Psiconline ADV

Dott. Alessandro Fortunato
Arianna Ciamarone

Psiconline®
Settore Advertising
Tel. 085 817699 int.44

Contatto Skype
Il mio stato

Lunedì / Venerdì
ore 10.00 - 18.00

Chiama per qualunque
esigenza di tipo pubblicitario!
Siamo a tua disposizione
per consigliarti ed aiutarti!

Negli orari in cui non siamo presenti in sede, inviaci una email a:

Psiconlineadvmini

Ti risponderemo al più presto!

 

Psicologo? Psicoterapeuta?

Il tuo nome non può mancare.

Non puoi non farti conoscere da chi ha bisogno della tua professionalità.

Scopri le proposte che ti abbiamo riservato

Home Area Pubblica Medico-paziente: ecco quello che il tuo terapista pensa di te

pubblicità

Medico-paziente: ecco quello che il tuo terapista pensa di te

alt

Cosa penserà di me? Penserà che sia matto o irrecuperabile, crederà che si tratti di nevrosi passeggere e minime?
Vorrebbe darmi dei farmaci ma non osa? Sarò il suo paziente peggiore? O il migliore? Lo sto annoiando?
Cosa c’è insomma nella testa del nostro analista mentre gli raccontiamo pensieri, paure, fatti e ossessioni?
Vorreste saperlo?
E soprattutto pensate che sarebbe utile o controproducente venirne a conoscenza?

Un esperimento americano prova a capire proprio questo e forse tra qualche anno ci saprà dire se anche nella psicoterapia la trasparenza delle informazioni è consigliabile.

Mr baldwin e gli altri
«Affetto da disordine bipolare. La consapevolezza del suo disordine contribuisce a isolarlo socialmente.
E’ portato a migliorare offrendo solidarietà al prossimo.
Sta acquisendo sicurezza e controllo»: Stephen O’Neill ascolta pazientemente Mr. B. mentre il paziente gli racconta delle sue fobie, delle sue difficoltà e di ciò che lo mette a disagio o lo fa stare bene.
Prende appunti sul suo pc e memorizza alcuni spunti utili alla terapia.
D’ora in poi quelle annotazioni saranno visibili a Mr. B. e ad altre 699 persone in cura presso il centro di salute mentale del Beth Israel Deaconess Medical Center di Boston grazie a un progetto pilota che estende anche alla terapia psicologica un concetto di comunicazione diretta vigente ormai da tempo tra medici e pazienti.

 

Tratto da www.corriere.it. Prosegui nella lettura dell'articolo



Pubblicità

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Maggiori informazioni