Psiconline ADV

Dott. Alessandro Fortunato
Arianna Ciamarone

Psiconline®
Settore Advertising
Tel. 085 817699 int.44

Contatto Skype
Il mio stato

Lunedì / Venerdì
ore 10.00 - 18.00

Chiama per qualunque
esigenza di tipo pubblicitario!
Siamo a tua disposizione
per consigliarti ed aiutarti!

Negli orari in cui non siamo presenti in sede, inviaci una email a:

Psiconlineadvmini

Ti risponderemo al più presto!

 

Psicologo? Psicoterapeuta?

Il tuo nome non può mancare.

Non puoi non farti conoscere da chi ha bisogno della tua professionalità.

Scopri le proposte che ti abbiamo riservato

Home Area Pubblica Raccomandazioni nella terapia del disturbo di panico

pubblicità

Raccomandazioni nella terapia del disturbo di panico

altUno studio condotto nel 2014 nell’ospedale universitario di Firat, in Turchia,  ha confrontato  60 pazienti con diagnosi di disturbo di panico con altre 62 persone senza nessun disturbo psicologico, per evidenziare eventuali differenze in termini temperamentali, caratteriali e rispetto alla capacità di discriminare, riconoscere ed esprimere le proprie e le altrui emozioni e sensazioni corporee.
Un deficit di tale capacità è noto in letteratura come alessitimia.
Lo studio è stato approvato dal comitato etico della Facoltà di Medicina dell'Università di Fırat.
Il disturbo di panico è caratterizzato da attacchi di panico ricorrenti  ed improvvisi, ed accompagnati da un'intensa sintomatologia somatica e cognitiva.
Il disturbo di panico è spesso accompagnato da disturbi della personalità: quelli di tipo evitante, istrionico e borderline sono particolarmente comuni.

In particolare le caratteristiche del disturbo di personalità evitante sono comunemente osservate nei pazienti con disturbo di panico con evitamento fobico.

La diagnosi di disturbo di panico è stata fatta da uno psichiatra dell'ospedale sulla base dei criteri elencati nel Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM-IV-TR) utilizzando l'intervista SCID-I (”Structured Clinical Interview”).
Per misurare il tasso di alessitemia è stata usata la “Toronto Alexithymia Scale” (TAS, noto anche come il TAS-20)  che comprende 20 domande ed esplora tre dimensioni, vale a dire, la difficoltà nell'identificare i sentimenti, la difficoltà a descrivere sentimenti ed il pensiero orientato all’esterno.
Per misurare la gravità del disturbo di panico e dell’agorafobia è stato utilizzato il questionario  “PAS” (Panic and Agoraphobia Scale).
Per misurare le variabili temperamentali e di carattere è stato utilizzato l’ inventario sul temperamento ed il carattere (Temperament and Character Inventory – TCI) sviluppato da Cloninger e basato sulla sua teoria della personalità.

 

Tratto da www.medicitalia.it. Prosegui nella lettura dell'articolo



Pubblicità

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Maggiori informazioni